Nell’orto, come in natura, la biodiversità premia e le consociazioni ci permettono di trarre vantaggio dalla presenza di tante piante diverse in uno spazio ravvicinato. Esistono diversi criteri da considerare per creare consociazioni tra ortaggi per favorirne la crescita e la salute. Quando si scelgono gli ortaggi da far crescere insieme si deve considerare lo spazio che andranno ad occupare, il loro ciclo di crescita, i nutrienti di cui hanno bisogno e quelli che possono rilasciare al terreno, la capacità di allontanare parassiti anche a vantaggio della pianta vicina, le esigenze di irrigazione e così via.

In genere la compresenza di piante di varie specie in uno spazio coltivato porta a ortaggi più sani e resistenti alle avversità e in un orto familiare si può veramente osare, facendo crescere insieme ortaggi di famiglie e specie diverse. Coltivare tante piante insieme però crea anche delle difficoltà ed esistono piante che non amano crescere vicine, perciò bisogna fare attenzione a questi particolari casi. Non esistono tabelle e manuali infallibili sulle consociazioni, ciascuno dovrà fare esperienza nel proprio orto e adattare al caso specifico le regole generali.

Lavoriamo per la cooperazione delle piante, non per la competizione

Consociazioni in orto sbagliate 

Se faremo consociazioni sbagliate saranno le piante a farcelo capire e dopo un’esperienza sul campo sarà più semplice ricordare cosa non va fatto. Ma per iniziare con il piede giusto ecco quali accostamenti cercare sempre di evitare: 

>Scopri i prodotti Ego Power Plus
  • Piante della stessa famiglia (con qualche eccezione)
  • Piante che occupano lo stesso livello (per esempio patate e cipolle che si sviluppano sotto terra)
  • Piante con esigenze idriche molto diverse
  • Alliacee insieme a leguminose. Ad esempio aglio con piselli e fagioli. 
  • Associazioni tra piante in cui una sarebbe destinata a soccombere prima del momento di raccolta perché soffocata nella sua crescita

Consociazioni con le liliacee

Le liliaceae (aglio, cipolla, porro, scalogno) creano dei problemi di crescita alle leguminose come abbiamo visto, ma per il resto sono una pianta che conviene consociare agli altri ortaggi. L’aglio, soprattutto, ma anche altre piante della stessa famiglia, per l’odore intenso tengono lontani diversi insetti, come afidi, tarli e coleotteri. Le proprietà antibatteriche, antivirali e antimicotiche dell’aglio aiutano le piante vicine a difendersi dalle malattie. 

L’aglio si consocia bene con finocchi, carote, cavoli, spinaci, ravanelli e insalate di ogni tipo. Inoltre è consigliato accanto a rose e lamponi. Le cipolle invece sono consigliate come compagne di crescita delle carote con benefici reciproci, in quanto ciascuna pianta allontana i parassiti dell’altra: la carota allontana la mosca della cipolla e la cipolla la mosca della carota.

coltivare aglio in modo creativo

aglio nell’orto appena raccolto

Consociazioni con le leguminose

Le leguminose sono una famiglia di piante che  hanno la caratteristica di ospitare nelle loro radici dei batteri capaci di fissare l’azoto atmosferico nel suolo. Questa caratteristica le rende piante utili nelle consociazioni e nelle successioni nell’orto. In entrambi i casi mettono a disposizione per le altre piante il prezioso elemento necessario alla crescita delle piante. 

La lattuga può essere consociata a fagioli e piselli rampicanti. La leguminosa viene collocata al centro, mentre nei bordi si colloca la lattuga, in questo modo si lascia abbastanza luce alla pianta più bassa, che apprezza sia il riparo che la disponibilità di azoto. C’è un’altra pianta che non va d’accordo con le leguminose e sono i finocchi. 

consociazioni nell'orto. Sedano e porri

consociazioni nell’orto. Sedano e porri

Come consociare gli ortaggi, consociazioni comuni

Vediamo adesso alcune consociazioni positive comunemente riconosciute. Ricordiamo che ciascuno potrà verificarne l’efficacia nel proprio orto e individuare altre sinergie meno note.

  • Il basilico protegge le piante di pomodoro e ne migliora il gusto
  • Le tre sorelle:  mais, fagioli e zucche si sostengono a vicenda
  • Ortaggi della famiglia delle crucifere come cavolfiore, broccolo, cappuccio e verza stanno bene con cetrioli, lattuga e pomodori
  • Fragole e fagiolini si aiutano a vicenda
  • Patate e fave. Difesa reciproca da parassiti e azoto rilasciato dalla fave gradito alle patate
  • Sedano e porri. I vantaggi sono per il sedano che viene difeso dalla septoriosi (malattia fungina) e dalla mosca del sedano 
  • Spinaci con patate, pomodori, ravanelli. Quando gli spinaci crescono troppo si possono tagliare e lasciare a terra come pacciamatura
consociazioni in orto

consociazioni in orto. Fagioli, insalata e cipolle

Consociazioni in orto con fiori e aromatiche

I fiori dell’orto hanno diverse funzioni positive: attraggono insetti benefici e impollinatori e possono anche allontanare insetti parassiti e altri animali ostili. Tra i fiori più utilizzati nell’orto ci sono il tagete, la calendula e il nasturzio. Conviene inserire anche qualche pianta aromatica, con i loro profumi svolgono diverse azioni repellenti e le loro fioriture favoriscono l’arrivo di insetti utili. Timo, rosmarino, salvia e menta, per esempio, aiutano a allontanare le farfalle cavolaie. 

Il nasturzio è consigliato vicino a ravanelli, cavoli e cucurbitacee, ma anche sotto gli alberi da frutto per tenere lontani afidi e altri insetti. Il tagete è una pianta molto attiva nella lotta agli insetti. Anche la petunia è consigliata per proteggere i fagioli dagli insetti. Le piantine da fiore possono essere intercalate agli altri ortaggi lungo il bancale. Le aromatiche si mettono all’inizio dell’aiuola o nelle sue vicinanze. Essendo piante soprattutto perenni non dovranno ostacolare le varie attività sulle aiuole.

Francesca Della Giovampaola

YouTube player


Leggi anche

Consigli per fare l’orto
Semine da fare a febbraio: a terra e in semenzaio

Coltivare i cavoli, trucchi e consigli
Lavori nell’orto di marzo

Libri e altre fonti
La cura della Terra, 
di Francesca Della Giovampaola. Mondadori
L’orto ecologico, di Pietro Isolan, ed. LSWR
Mettete orti sui vostri balconi, il manuale completo, di Matteo CeredaEd. Rizzoli
Coltivare bio con successo
di Jean-Martin Fortier. Ed. Terra Nuova

Video
Consociazioni nell’orto (video)

Orto sinergico e consociazioni (video)

Telegram
Canale Telegram ufficiale

Guide gratuite e ricette
Scarica le ricette per arricchire il suolo
Scarica la guida gratuita su come scegliere gli alberi
Guida gratuita alla rigenerazione del suolo

Scopri i nostri corsi
I nostri corsi su agricoltura naturale e benessere

Iscriviti alla Newsletter e ottieni un dono

corso il suolo è vita

corso il suolo è vita