Dicembre è probabilmente il mese meno indicato per le semine, ma a ben guardare anche in questo periodo si può intervenire nell’orto per avviare qualche nuova coltivazione. Molto dipende dal clima in cui ci troviamo. Se viviamo in un luogo dove le gelate sono quasi il pane quotidiano e la neve si fa vedere spesso conviene aspettare la fine dell’inverno. Ma in Italia ci sono tante zone con clima molto più mite. E allora, visto che questo è il periodo più tranquillo dell’anno per chi coltiva l’orto, perché non approfittare del tempo libero per qualche semina tardiva.

A dicembre si possono seminare dei legumi, si possono mettere a terra bulbilli di aglio o cipolla e avviare colture perenni come una bella asparagiaia, mettendo a terra le zampe degli asparagi.

Semine a dicembre, ortaggi e legumi da mettere a terra

  • fave
  • piselli
  • aglio
  • cipolle in bulbilli
  • zampe di asparagi

Seminare fave a dicembre

Seminare le fave in questo periodo sarà più facile se avremo adottato alcuni metodi per il mantenimento della tempera del terreno. Quando lavoriamo il suolo, il fatto che non sia troppo bagnato ci permette di non danneggiarlo.  Può essere conveniente coprire il suolo in tempera che non possiamo lavorare al momento con un telo impermeabile. Questo preserverà le condizioni che ci occorrono per il momento in cui decideremo di intervenire. 

>Scopri i prodotti Ego Power Plus

Le fave si seminano in file distanti tra loro dai 50 ai 70 cm. È importante lasciare questo spazio perché le piante non si sottraggano luce a vicenda quando  saranno alte. Possiamo creare un piccolo solco in cui inserire i semi a 5, 10 cm l’uno dall’altro, che copriremo subito con la terra. In alternativa  le fave si possono coltivare in postarelle (buchette), ovvero facendo delle buchette in cui inserire due o tre  fave. 

Se il terreno in cui andiamo ad intervenire fosse molto bagnato conviene limitarsi a fare piccole buche con un attrezzo manuale che limiti al minimo il compattamento e aggiungere del compost asciutto alla terra, che avrà anche un’importante funzione per il nutrimento della futura pianta.

seminare le fave

seminare le fave

Seminare piselli

Tra le semine di dicembre c’è anche quella dei piselli: per questa semina si possono seguire le regole illustrate per le fave. Tra le file sceglieremo spazi diversi in base allo sviluppo della pianta. Infatti esistono piselli con diverse altezze di sviluppo: piselli rampicanti, semi rampicanti e nani. Anche lungo la fila ci regoleremo in base  alla potenziale crescita, in genere si lasciano 5, 7 centimetri. Si interrano a circa 3 cm di profondità, anche per preservarli dagli animali interessati a nutrirsi dei loro semi.

I piselli (e altri legumi) si possono trapiantare con facilità anche sul terreno di una coltura precedente (per esempio i pomodori) senza estirparne le radici, ma semplicemente creando una buchetta per inserire i semi. Le parti aeree delle vecchie piante possono rimanere come pacciamatura i e sostegni delle piante di pomodoro diventare sostegni per i piselli.

Seminare l’aglio

A dicembre si possono mettere a terra anche i bulbilli dell’aglio. Forse è la semina di dicembre più “diffusa”. Ricordiamo che questa coltura non ama i ristagni idrici, ma che resiste bene al freddo. Talvolta può essere utile creare un’aiuola rialzata che favorisca il drenaggio  della pioggia. 

Per la semina si scelgono gli spicchi più grandi della testa d’aglio e si mettono a 3 cm di profondità con la punta rivolta verso l’alto. Tra le file si lasciano circa 30 cm, lungo la fila 15. 

Seminare bulbilli di cipolla

Le cipolle possono essere seminate direttamente a terra o trapiantate quando sono ancora piccole. In alternativa, in questo periodo dell’anno, si possono mettere a terra i bulbilli. Si tratta di cipolline di 2/3 cm di diametro il cui sviluppo è stato interrotto. Mettendole a terra,  come si fa per gli spicchi d’aglio, faranno uscire un nuovo germoglio e riprenderanno a svilupparsi. In questo modo avremo un primo raccolto primaverile di cipolle. Le distanze da tenere sono simili a quelle per l’aglio.

seminare bulbilli di cipolla

seminare bulbilli di cipolla

Mettere a terra zampe di asparagi a dicembre

Tra novembre e marzo si possono trasferire le zampe degli asparagi, ovvero li rizomi di questa pianta che,  se raccolte in fase di riposo, attecchiscono facilmente in un nuovo terreno. Le radici degli asparagi sono estese e profonde. Quando le estraiamo troviamo nella parte superiore dell’apparato radicale, ovvero alla base della parte aerea, dei piccoli turioni che spunteranno dal suolo la primavera successiva.

asparagi

asparagi

Per piantare le zampe degli asparagi si devono formare dei solchi profondi dai 30 ai 50 cm, aggiungendo dello stallatico o compost ben maturi, che non mettiamo a contatto con le radici, ma integriamo nel suolo. Appoggiamo le zampe sul fondo e copriamo le radici con 10/15 centimetri di terra. Rimarrà un solco che andremo gradualmente a riempire con altra terra e ammendante dalla primavera in poi, quando i turioni saranno usciti fuori.

Usiamo una terra sciolta e leggera, per favorire lo sviluppo degli asparagi, dobbiamo evitare la creazione di ristagni. Mettiamo anche tanta materia organica in superficie come pacciamatura. La sua decomposizione arricchirà la terra.

Nel primo anno non si raccolgono gli asparagi, dobbiamo dare il tempo alla pianta di attecchire e rinforzarsi. In autunno, quando le foglie degli asparagi si seccano, possiamo tagliarle alla base e lasciarle sulla terra come pacciamatura.

Dal secondo anno potremmo iniziare a cogliere qualche turione, mentre altri li lasceremo sviluppare per creare nuovo fogliame che servirà a rinforzare ancora di più la parte sotterranea della pianta. Un’asparagiaia può rimanere nello stesso posto per 7/10 anni e continuare a produrre senza difficoltà. Aiuteremo le piante  a mantenersi forti aggiungendo compost e pacciamatura in superficie.

Leggi anche
Lavori nell’orto a dicembre
Come usare i fondi di caffè nell’orto
Lombrichi: aratro del nostro orto e custodi dell’ecosistema
Erbe spontanee da mangiare a novembre
Coltivare l’orto. Consigli utili
Perché è importante pacciamare
Come difendere le piante dal gelo
Idee regalo per chi ama l’orto e la natura

Guarda il video
Lavori e semine da fare a dicembre
Orto a dicembre

Guida gratuita
Guida gratuita alla rigenerazione del suolo

Corso il suolo è vita
Iscriviti al corso il suolo è vita

Canale Telegram
Unisciti al canale Telegram

Youtube
Canale Bosco di Ogigia

Resta aggiornato, iscriviti alla newsletter