La cura della vite è fondamentale se vogliamo raccogliere uva sana. Tra le pratiche da fare annualmente alla vite c’è la potatura. Ed è importante che avvenga nel momento giusto. Vediamo nell’articolo quando è il momento corretto di potare la vite.

Periodi di potatura della vite

La vite ha bisogno di due diversi interventi di taglio, quello invernale e quello estivo. In questo articolo ci soffermeremo sull’intervento che si effettua sulla pianta in riposo vegetativo. La potatura invernale (detta anche potatura secca) si effettua da novembre a marzo. All’interno di questo periodo non è indifferente la data in cui lo faremo effettivamente. 

Con l’espressione potatura verde, invece si intendono una serie di interventi utili sulla vite da compiere nel corso della stagione calda.  

Genericamente il periodo migliore per la potatura è gennaio/febbraio, ma bisogna fare attenzione a non ritardare troppo. Potare tardi permette di posticipare la germinazione, una conseguenza utile in caso di gelate tardive. Va evitato comunque di arrivare a potare quando la linfa ha ricominciato a scorrere. In tal caso il tralcio tagliato comincerebbe a “piangere” e la vite perderebbe forza.

Si è costretti a cominciare prima la potatura quando le viti sono tante e non sarebbe possibile passarle tutte in poche settimane, in tal caso si comincia a dicembre, ma solo dopo che le foglie sono cadute e le temperature si sono stabilmente abbassate.

Non potare a ottobre 

È altamente sconsigliato potare in ottobre dopo la vendemmia e anche novembre non è il periodo giusto perché la vite potrebbe non aver completato il processo di restituzione delle sostanze di riserva a legno e radici. Come fanno gli alberi, anche la vite recupera dalle foglie tutti gli zuccheri prima di farle cadere e li immagazzina negli organi permanenti della pianta, il tronco legnoso e le radici. Inoltre se potiamo quando ancora le temperature non sono abbastanza basse c’è il rischio di favorire la penetrazione nei tagli delle spore che provocano il mal dell’esca, una malattia fungina che colonizza vasi linfatici e legno.

I mesi in cui non potare la vite

  • Ottobre: vietata, le piante non hanno ancora immagazzinato le sostanze di riserva
  • Novembre: sconsigliata, le temperature basse non sono ancora stabili
potare la vite, il momento corretto

potare la vite, il momento corretto

Potare tardi per ritardare il germogliamento

Se potiamo presto le viti, queste attiveranno prima la ripresa vegetativa. Le nuove foglie potrebbero spuntare in un periodo in cui si verificano gelate. I germogli verrebbero bruciati dal freddo e la vite sarebbe costretta ad un secondo germogliamento, ma resterebbe più debole per tutta la stagione.

Questo non deve spingerci a ritardare troppo la potatura perché la linfa inizia a scorrere prima che spuntino le foglie e senza volerlo tagliando potremmo provocare la fuoriuscita della linfa. Anche in questo caso la pianta ne resterebbe indebolita. 

Tuttavia per far fronte alle conseguenze del riscaldamento del clima c’è chi suggerisce di potare tra marzo e aprile per ritardare tutte le fasi fenologiche della pianta. Osservazione e ricerca permetteranno di capire meglio come adattare le tecniche di coltivazione al mutamento del clima. 

Detto ciò il periodo di potatura va deciso in base al clima del proprio territorio e all’esperienza maturata nel tempo. In più vanno monitorati i cambiamenti nel comportamento della pianta ai quali sarà necessario adattarsi.

Mesi in cui potare la vite

  • Dicembre: si inizia quando si teme di non fare in tempo a potare tutto
  • Gennaio: mese tradizionalmente consigliato per la potatura
  • Febbraio: mese tradizionalmente consigliato per la potatura, ma attenzione alla ripresa della linfa
  • Marzo/aprile: si può decidere di potare adesso per ritardare le fasi fenologiche della vite

Ti potrebbe interessare: cinque errori di potatura da non fare

Differenti tecniche di potatura della vite

Esistono molte tecniche di potatura della vite che fanno riferimento a sistemi diversi di allevamento. Spesso queste tecniche le troviamo applicate in territori e su vitigni specifici.
Puoi approfondire i diversi metodi di potatura della vite in questo articolo: potatura della vite, cordone speronato e altre tecniche.

Francesca Della Giovampaola

Articoli su potatura
Quando potare l’olivo

Gli attrezzi per la potatura
Potatura degli alberi da frutto. Regole base
Perché è sbagliato capitozzare un albero
Potatura, legatura e propaggine. Coltivazione della vite
Come potare in sicurezza
Come tagliare la siepe
Come potare il melo
Come potare alberi ad alto fusto

Leggi anche
Food Forest, far crescere una foresta commestibile
Cosa fare con le potature nell’orto
Coltivazione della vite. Come si faceva il vino

Libri consigliati
Enciclopedia della potatura, manuale pratico. Di Richard Bird
Il mio orto biologico, di Francesco Beldì, Enrico Accorsi. Ed. Terra Nuova
Curare gli alberi da frutto senza chimica, di Francesco Beldì, Enrico Accorsi. Ed. Terra Nuova

Guida gratuita
Scarica la guida gratuita su come scegliere le piante
Calendario di potatura

Video
Sfeminellatura della vite
Tecnica del cordone speronato
Potare la vite con Pietro Isolan
Potatura della vite. La video guida

Iscriviti ai corsi
Potatura Facile
Il suolo è vita
Food Forest

Gruppo Telegram
Unisciti al gruppo Telegram

Youtube
Canale Bosco di Ogigia

Iscriviti alla newsletter e ottieni le ricette per il suolo