L’elenco dei vantaggi che si hanno dalla coltivazione di un orto in balcone è lunghissimo, quasi infinito. Avere un po’ di cibo autoprodotto è solo la ragione più diffusa, quella che mette tutti d’accordo. Ma i benefici sono tantissimi e non coinvolgono solo il gestore dell’orto in questione, ma anche un lungo elenco di esseri viventi, umani e non.

Io coltivo per imparare a conoscere meglio la natura, per fare più bello il mio terrazzo, per dare ospitalità agli insetti e a qualche pianta spontanea, per riciclare gli scarti di cucina e per tenere a bada il calore in estate. Qualunque sia la motivazione, l’orto in balcone è una grande sfida alla portata di tutti. Anche per coloro che un balcone non ce l’hanno, perché per far crescere le piante ci sono solo due condizioni imprescindibili, il sole e l’aria. Per tutto il resto ci possiamo inventare una soluzione, dando sfogo alla fantasia e alla creatività.

Per cominciare bisogna scegliere un posto al sole e procurare qualche contenitore. Tutto ciò che può trattenere un po’ di terra va bene, basta che abbia uno o più fori di uscita per evitare i ristagni d’acqua. In realtà esistono anche ortaggi che se la cavano con poca luce, quindi non ci sono scuse, un orto può sempre sorgere fosse anche sul davanzale di una finestra.

Mettete orti sui vostri balconi. Di Matteo Cereda, Rizzoli editore

Mettete orti sui vostri balconi. Di Matteo Cereda, Rizzoli editore

Mettete orti sui vostri balconi
più di 300 pagine di consigli utili

Sull’argomento è appena uscito il libro Mettete orti sui vostri balconi, scritto da Matteo Cereda, l’ideatore del sito Orto da Coltivare. Un volume, edito da Rizzoli, completo, pieno di informazioni fondamentali per cominciare e di idee per chi ha già impiantato il suo orto e punta ad avere ancora più successo.

Cosa  bisogna considerare per intraprendere la coltivazione in vaso? Una volta scelto e osservato bene il luogo in cui far vivere le nostre piante bisogna pensare alla terra, anzi al terriccio, perché nel limitato spazio di un vaso gli ortaggi dovranno, comunque, trovare tutto ciò che serve per mantenersi belle e sane. La concimazione non potrà mancare, così come una buona irrigazione. Le piante non possono vivere senz’acqua, ma ciascuna avrà una sensibilità diversa da ricordare nel momento fatidico dell’annaffiamento. Le cure colturali devono adattarsi alle piante prescelte, ma anche le nostre scelte dovranno adattarsi alle condizioni che non possiamo cambiare, come il clima della nostra città. Anche nel balcone potremo trovarci ad affrontare avversità di ogni tipo, dagli insetti dannosi alle malattie, dalla siccità all’invasione di animali selvatici. Per ciascuno di questi problemi vanno cercate soluzioni sostenibili (vi ricordate la mia minicompostiera da balcone?), che non vadano cioè a danneggiare i processi naturali, le specie selvatiche e noi stessi. Per fortuna sul balcone di casa saremo meno portati a spargere veleni e le nostre coltivazioni saranno facilmente biologiche.

ACQUISTA IL LIBRO LEGGI L'ANTEPRIMA

La primavera è vicina e questo è il momento ideale per attrezzarsi per l’orto in balcone. Per altri consigli qui si può scaricare l’anteprima del libro Mettete orti sui vostri balconi.

Dirette in programma e approfondimenti

Per saperne ancora di più su come coltivare l’orto in balcone, abbiamo in programma due dirette con l’autore Matteo Cereda: la prima mercoledì 24 febbraio alle 21:00 nell’attivissimo gruppo Facebook di Orto da Coltivare (bisogna essere iscritti al gruppo), e la seconda il 3 marzo sul canale Youtube del Bosco di Ogigia, sempre alle 21:00. Mandate pure le foto dei vostri balconi “verdi”, o idee e soluzioni sostenibili, a boscodiogigia@gmail.com, le commenteremo in diretta. Per non perdere la diretta basta prenotarsi al link qui sotto, attivando la campanella della notifica.

L’anteprima del libro di Matteo Cereda
è consultabile gratuitamente

Francesca Della Giovampaola

Leggi anche
Cinque libri per capire la permacultura
Il manuale di Bill Mollison tradotto in italiano da Mediperlab

Libri consigliati
Mettete orti sui vostri balconi, di Matteo Cereda

Newsletter
Iscriviti per non perderti articoli e video del Bosco di Ogigia